Tagliatelle al nero di seppia



Tagliatelle al nero di seppia

Kcal 340 circa a persona

Le tagliatelle al nero di seppia sono uno dei piatti di pasta che preferisco, io il nero di seppia lo utilizzo spesso per realizzare il risotto al nero di seppia, ma vi consiglio di metterlo nell’impasto per la pasta fatta in casa e sono sicura vi piacerà.

Allora procuratevi il nero di seppia in polvere oppure in crema e avrete le vostre fettuccine nere da condire con un buon sughetto.

Tagliatelle al nero di seppia

Ingredienti per la pasta

– 4 uova

– 50 ml di acqua

– 1 cucchiaino di sale

– 2 cucchiaini di nero di seppia in polvere

– 500 gr di farina di semola

– 100 gr di farina “00” per la lavorazione delle sfoglie

Ingredienti per il condimento

– 400 gr di pomodoro pelato

– 2 agli

– 1 ciuffo di prezzemolo

– 1 ciuffo di basilico

– sale q.b.

– 2 cucchiai di olio e.v.o.

– origano

Tagliatelle al nero di seppia

Preparazione

Preparare la pasta fatta in casa unendo gli ingredienti, impastare e lavorare bene, tagliarla alla macchinetta per la pasta con la trafila delle fettuccine, avendo cura di averle ben infarinate per non farle attaccare.

Prendere una padella antiaderente, mettere l’olio e.v.o., gli agli schiacciati e far soffriggere.

Aggiungere il pomodoro passato al passa pomodoro, il prezzemolo e il basilico tritati, sale e origano.

Aggiungere un pochino di acqua e mettere a cuocere a fuoco medio con il coperchio per almeno 40 minuti controllando la cottura.

Mettere a bollire l’acqua salata per la pasta, quando raggiungerà il bollore mettere le fettuccine e quando avranno raggiunto la cottura, scolarle e versarle nella padella con il condimento, mescolare bene e impiattare.

Questo tipo di piatto, come potete notare dalla foto sembra che prende poco sugo, ma è anche l’occhio che inganna per via del colore.

Seguitemi sulla mia pagina Facebook Lo scrigno del buongusto

Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter



  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento