Sgombro aglio e foglie di limone



Sgombro aglio e foglie di limone

kcal 405 circa per ogni filetto

Lo sgombro aglio e foglie di limone è una ricetta molto semplice e allo stesso tempo gustosa ma particolare…certo a chi non piace l’aglio, non è tanto adatta, ma devo dire che in cottura si affievolisce parecchio il sapore !!

Ho acquisto degli sgombri, li ho puliti, ridotti in filetti e conditi con una salsa a base di aglio buonissima !!!

Io li ho cucinati al cartocci sulla brace, ma potete farli tranquillamente sempre al cartoccio ma nel forno tradizionale, saranno buonissimi !!!

Io adoro questo tipo di pesce per il sapore, ma la nota negativa sono le spine da togliere e anche quando gli sgombri li fate ridurre in filetti dal pescivendolo, qualche spina ci resterà sempre.

Certo non è una cosa tanto simpatica, ma se vi piace lo sgombro come piace a me, anche odiando le spine, preparerete questo piatto super gustoso.

Sgombro aglio e foglie di limone

Ingredienti per 3 sgombri

– 3 sgombri (circa 1 kg e 200 gr)

– 6 spicchi d’aglio

– un bel ciuffo di prezzemolo

– 1 cucchiaino di sale

– 40 ml di olio e.v.o.

– 12 foglie di una pianta di limoni

– spago da cucina

Sgombro aglio e foglie di limoneSgombro aglio e foglie di limone

Preparazione

Prendere gli sgombri, pulirli, lavandoli bene, togliendo le interiora e ridurli in filetti togliendo tutte le spine.

Prendere gli spicchi d’aglio, il prezzemolo, il sale e l’olio e.v.o. e frullarli in un frullatore e se non dovesse crearsi una vera e propria crema, passate il tutto con il frullatore a immersione.

Spennellare ogni filetto di sgombro con la salsa a base di aglio, poi lavare per bene le foglie di limone e metterne 2 per ogni filetto, legarli con lo spago in modo da far mantenere le foglie e che non si muovano durante la cottura.

Ogni filetto lo incartiamo con la carta stagnola e li mettiamo in una teglia, a questo punto possiamo cuocerli in forno caldo a 220°C per circa 20 minuti controllando al cottura, oppure si possono cuocere sulla brace direttamente accartocciati alla stagnola. E mettendoli su una griglia.

A cottura ultimata rimuovere la stagnola e impiattare.

Ovviamente le foglie vanno rimosse e non mangiate, servono solo per conferire sapore al pesce. 

Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter G+ Instagram Youtube

Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter



  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Polpettone speziato e gustoso Successivo Casatiello dolce napoletano

Lascia un commento