Pandoro classico sfogliato



Pandoro classico sfogliato

Kcal 581 circa per ogni fetta

Il pandoro classico sfogliato è un’altra versione del pandoro che avevo già postato sul mio blog, ma quella era una versione più veloce (che trovate qui) e senza sfogliatura….molto buono, ma questo è davvero la ricetta perfetta del pandoro.

Si vi dovete prendere più di un giorno per realizzarlo, ci vuole tempo, ma il risultato è davvero eccezionale.

La dose che vi riporto è per uno stampo da 1 Kg di pandoro, ma io avendo lo stampo da 750 gr (me ne sono accorta dopo), ho tolto una piccola parte di pasta che ho cotto a parte e ho realizzato il mio pandoro !

Se iniziate dal mattino, riuscite a cuocerlo per il mattino successivo, questo dipenderà anche dalla temperatura giusta e da come l’impasto è stato lavorato e da quello scaturisce una buona lievitazione.

Sono sicura che morite dalla voglia di realizzare un pandoro classico sfogliato con le vostre mani….allora mettetevi a lavoro e vedrete che bella soddisfazione !

Prepariamo insieme il pandoro classico sfogliato !

Pandoro classico sfogliato

Ingredienti per un pandoro da 1 kg

Ingredienti per il lievitino

– 60 gr di farina “0”

– 60 ml di latte

– 10 gr di lievito di birra fresco

– 25 gr di zucchero

– 1 tuorlo
Ingredienti per il primo impasto

– 200 gr di farina di manitoba oppure farina “0”

– 5 gr di lievito di birra fresco

– 1 cucchiaio di acqua

– 25 gr di zucchero

– 20 gr di burro

– 1 uovo

Pandoro classico sfogliato

Ingredienti per il secondo impasto

– 250 gr di farina W300 oppure farina “0”

– 130 gr di zucchero

– 2 uova

– 20 gr di miele

– buccia grattugiata di un limone

– 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

– 2 cucchiai di rhum

– un pizzico di sale

Pandoro classico sfogliato Pandoro classico sfogliato Pandoro classico sfogliato

Ingredienti per la sfogliatura

– 140 gr di burro

– 90 gr di farina “0” per la sfogliatura

Per la finitura

– 30 gr di  zucchero a velo

– 15 gr di burro prima della cottura

Pandoro classico sfogliato

Pandoro classico sfogliato

Preparazione

Per prima cosa prepariamo il lievitino mettendo in una ciotola il latte lievito, il latte e l’asciate sciogliere, poi unire lo zucchero, la farina, il tuorlo e impastare bene.

Risulterà un composto non troppo sodo, ma abbastanza morbido, deve essere così, coprite e mettetelo in un posto caldo a lievitare (andrà bene il forno spento con la luce accesa) per circa 2 ore.

Per il primo impasto sciogliere i 5 gr di lievito in un cucchiaio di acqua tiepida e poi aggiungerlo al lievitino che avrà lievitato, cominciare a impastare mettendo un po’ farina, poi aggiungere man mano un uovo, il burro ammorbidito e finite di impastare con la farina prevista sempre per il primo impasto.

Per questo impasto sarebbe bene utilizzare una impastatrice, ma se non l’avete fate con il robot da cucina inserendo la lama impastatrice.

L’impasto comunque dovrà essere lavorato per qualche minuto, poi formare una palla, coprite con la pellicola da cucina e lasciate lievitare in forno spento per circa due ore e comunque fino al raddoppio.

All’impasto lievitato aggiungere il miele, la farina alternandola alle uova e impastare per qualche minuto.

Aggiungere la vaniglia, il rhum, lo zucchero, la buccia di limone grattugiata, un pizzico di sale e amalgamare bene per ottenere il secondo impasto…risulterà morbido e un pochino appiccicoso, ma questo dipende anche dalla farina che andrete ad utilizzare, comunque è giusto così.

Anche per questo secondo impasto vi consiglio di utilizzare l’impastatrice o il robot, perché si amalgamerà tutto in modo migliore.

Mettete in una ciotola, coprite con la pellicola da cucina e lasciate lievitare in forno spento (volendo accendete la luce del forno) per 5-6 ore oppure tutta la notte (con la luce del forno spenta).

La lievitazione potrebbe durare più o meno, ma questo non è un problema, prendetevi del tempo per realizzarlo, senza avere fretta.

A lievitazione completata riprendere l’impasto e prepariamoci alla sfogliatura !

Infariniamo il piano da lavoro, lavorare un po’ il panetto, giusto quello che serve ad ottenere una pasta soda (usare i 100 gr di farina disponibili per la sfogliatura come previsto negli ingredienti).

Ricaviamo un rettangolo e al centro mettere il burro morbido ridotto a fettine, dopodiché richiudere i lembi della pasta al centro, piegare in tre e ruotare l’impasto.

Seguire le foto illustrative per avere maggior chiarezza su come fare.

Stendete l’impasto con il mattarello per ottenere una lunga striscia rettangolare, poi aspettare 5 minuti e ripetere la procedura delle pieghe per 2 volte.

A questo punto formare una palla (io a questo punto ho prima tolto una parte di pasta perché’ per il mio stampo sarebbe stata troppa), imburrare lo stampo per pandoro e inserire la palla di pasta con la parte che avete chiuso, rivolta verso l’alto.

A questo punto mettere a lievitare coperto dalla pellicola trasparente nel forno spento con la lucina accesa.

L’impasto dovrà raggiungere il bordo dello stampo e solo a quel punto sarà pronto per cuocere, ci vorranno circa 5-6 ore almeno.

Prima di infornare spennellare con burro fuso la superficie, poi infornare a forno caldo a 150°C per circa 45 minuti controllando la cottura e se dovesse colorarsi troppo in superficie, mettete un foglio di carta stagnola sopra allo stampo.

A cottura ultimata lasciare raffreddare nello stampo e poi spolverare con lo zucchero a velo e impiattare per servire .

Seguitemi sulla mia pagina Facebook Lo scrigno del buongusto

Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter



  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

6 commenti su “Pandoro classico sfogliato

    • loscrignodelbuongusto il said:

      Grazie cara, io l’anno scorso ho fatto quello senza sfogliatura e quest’anno ho voluto impegnarmi proprio per realizzare questo sfogliato….buonissimo !!!

Lascia un commento