Ferratelle abruzzesi



Ferratelle abruzzesi

Kcal 1500 totali senza farcitura

Le ferratelle abruzzesi (o pizzelle o neole) sono un dolce tipico abruzzese creato con pasta da biscotto cotto tramite una doppia piastra arroventata sul fuoco, che stringendo la pasta sopra e sotto, dà al dolce la forma caratteristica dello stampo usato.

Tra le varie varianti di disegno, la trama a rombi, o cancello, dà origine al nome ferratelle. Preferibilmente di forma rettangolare, ma alla festa di San Valentino vengono preparate anche a forma di cuore.

In alcune province abruzzesi viene chiamato anche  neola (Teramo) o nevola.

In alcuni casi questo dolce viene arrotolato come un cannolo con ripieno di marmellata d’uva, ma anche con crema pasticcera o cioccolata.

La variante con due cialde sovrapposte farcite prende il nome di coperchiola.

Se avete modo di procurarvi il ferro per cuocerle, vi consiglio davvero di provare le mie ferratelle abruzzesi, perché’ sono eccezionali !

Ferratelle abruzzesi

 Dose base per poche ferratelle

– 1 uovo

– 2 cucchiai di zucchero

– 3 cucchiai di olio di semi

– limone grattugiato

– vaniglia

– 1 pizzico di lievito per dolci

– Farina “0” , quella che serve a far diventare un composto abbastanza sodo (ne’ liquido e ne’ duro ).

Calorie calcolate su 300 gr di farina “0”

Ferratelle abruzzesi

Preparazione

Unire tutti gli ingredienti e mescolare, se vi aiutate con uno sbattitore elettrico, gli ingredienti si mescoleranno meglio.

In ultimo unite la farina fino ad ottenere un impasto sodo.

Per fare questo tipo di dolce ovviamente dovete essere in possesso di un ferro per ferratelle.

Mettete il ferro per ferratelle sul gas e riscaldatelo in ambo i lati mettendo tra le due lastre un cucchiaino circa di olio di semi.

Una volta scaldato potete porre un cucchiaino abbondante del composto ottenuto su una delle due lastre e chiudete.

Appena si mette il composto, girare il ferro e aspettare che cuocia, una volta cotta vi potete aiutare con un coltello per poter togliere la ferratella dal ferro.

Ricordate che le prime 2 ferratelle vanno gettate perché, avendo preriscaldato il ferro con l’olio, il composto si impregnerà di olio all’inizio.

Vi consiglio di non lavare mai il ferro dopo la cottura, perché ai successivi utilizzi si attaccherebbe tutto, lo rovinereste.

Quando il ferro è freddo mettete un tovagliolo di carta tra le lastre e riponetelo in una busta.

Si possono accoppiare farcendole con marmellata o nutella.

Seguitemi sulla mia pagina Facebook Lo scrigno del buongusto

Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

 



  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento