Colomba classica glassata alle mandorle



Colomba classica glassata alle mandorle

 Kcal 250 circa a persona 

La colomba classica glassata alle mandorle e’ la colomba per eccellenza che in genere viene preparata a Pasqua, io vi presento la mia versione.
La colomba pasquale inventata in Lombardia all’incirca nel 1930 dalla Motta e poi diventata quella commercialmente più diffusa in tutta Italia, l’altro di più antica tradizione è la colomba pasquale diffusa in Sicilia e chiamata anche i palummeddi o pastifuorti.
Entrambe sono state ufficialmente inserite nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani
La difficoltà di questo dolce e la sua lavorazione è piuttosto lunga e laboriosa, l’importante è non avere fretta per permettere all’impasto una lunga lievitazione.
Allora seguite la mia ricetta e realizzate la colomba classica glassata alle mandorle.

Colomba classica glassata alle mandorle

Colomba classica glassata alle mandorle
Ingredienti per una colomba da 1 kg per 12 persone
Primo impasto
– 18 gr di lievito di birra
– 30 ml di latte intero
– 30 gr di farina di manitoba
Secondo impasto
– primo impasto
– 80 gr di farina di manitoba
– 110 ml di acqua tiepida
Terzo impasto
– secondo impasto
– 15 gr di burro
– 20 gr di zucchero
– 80 gr di farina di manitoba
Quarto impasto
– Terzo impasto
– 2 arance grattugiate
– 1 limone grattugiato
– 70 gr di burro
– 120 gr di zucchero
– 2 uova medie
– 1 pizzico di sale
– 1 cucchiaino di vaniglia liquida
– 30 gr di farina di mandorle
– 160 gr di farina di manitoba
– 60 gr di uvetta sultanina
Per la decorazione
– 30 gr di mandorle secche
– 1 albume
– 100 gr di zucchero a velo
– 50 gr di farina di mandorle
Colomba classica glassata alle mandorleColomba classica glassata alle mandorleColomba classica glassata alle mandorleColomba classica glassata alle mandorleColomba classica glassata alle mandorle

Colomba classica glassata alle mandorle
Colomba classica glassata alle mandorle

Colomba classica glassata alle mandorlePreparazione
Cominciamo a realizzare la colomba glassata alle mandorle.
Per prima cosa prepariamo il lievitino facendo sciogliere il lievito con il latte tiepido, aggiungere la farina e impastare.
Otterremo una pastella densa ma è così che deve essere !
Mettere a lievitare per circa 30 minuti coperto in un luogo caldo.
Trascorso il tempo, prendere l’impasto lievitato e aggiungerci l’acqua tiepida e la farina indicata per il secondo impasto.
Lasciare lievitare coperto per 45 minuti circa.
A lievitazione ottenuta a questo secondo impasto aggiungeremo gli ingredienti per il terzo impasto iniziando con lo zucchero e impastare bene, poi aggiungere il burro ammorbidito e impastare fino ad assorbimento, infine unire la farina un po’ alla volta fino a mettere tutta quella necessari al terzo impasto.
Fino a questo punto io ho fatto con una spatola e comunque tutto  a mano, ovviamente se avete un impastatrice è molto meglio.
Mettere a lievitare di nuovo coperto in luogo caldo per circa 1 ora.
Nel frattempo mettere a mollo l’uvetta nell’acqua.
All’impasto lievitato andremo ad aggiungere gli ultimi ingredienti per il quarto impasto e qui mi sono aiutata con le fruste per impastare che sono in dotazione nello sbattitore per dolci.
Iniziare unendo lo zucchero e impastare fino a quando non si sarà incorporato, poi uniamo le bucce di arancia e limone grattugiate mescolando sempre fino ad assorbimento.
Aggiungere la farina un po’ per volta e impastare per qualche minuto fino a che la pasta non tornerà omogenea.
A questo punto, mettere un pizzico di sale, impastare e poi unire le uova una la volta impastando bene all’aggiunta di ogni uovo.
Unire il burro ammorbidito, impastare bene, aggiungere la farina di mandorle e impastare bene per qualche minuto.
Infine unire la vaniglia, impastare bene e poi sgocciolare l’uvetta per bene e unirla all’impasto impastando a lungo fino a quando non risulterà tutto molto omogeneo e l’impasto prendendolo tra le mani e tirandone un po’ (come in foto) non si vedrà trasparente ed elastico.
Se vi resterà un po’ troppo molle e appiccicoso, provate ad aggiungere poca farina e impastare bene, questo potrebbe dipendere dalle uova a volte troppo grandi.
Mettere a lievitare in un contenitore per almeno 2 ore.
A lievitazione finita, prendere l’impasto, metterlo su un piano da lavoro poco infarinato e dividerlo in modo che siano distribuite in 2/3 e 1/3,  una parte per il corpo e l’altra per le ali.
Lavorate la parte più grande e create un salsicciotto che distribuirete per formare il corpo nello stampo da colomba e poi la parte di pasta più piccola la divideremo in due per creare 2 salsicciotti piccolini per le ali.
A questo punto mettiamo a lievitare la nostra colomba coperta e in luogo caldo per circa 1 ora e comunque fino al raddoppio.
A lievitazione completata preparare la glassa montando un bianco d’uovo, poi aggiungerci lo zucchero a velo e la farina di mandorle mescolando bene fino a che il risultato sarà una pastella densa ma non troppo liquida.
Spalmarla bene su tutta la colomba, poi prendere le mandorle intere e distribuirle qua e la sulla superficie.
A questo punto possiamo infornare a forno caldo a 170°C per 1 ora e qualche minuto controllando la cottura.
La cottura può variare da forno a forno, ma la superficie a fine cottura dovrà risultare un po’ dorata.
Generalmente la colomba, dopo la cottura andrebbe fatta raffreddare capovolta sospesa, ma devo dire che io non l’ho fatto ed è venuta lievitata benissimo e se posso….meglio di quelle comprate !

Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter G+ Instagram Youtube

Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter



  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento